Prog. 2284 – Speranza per i bambini di Kakamega

Prog. 2284 – Speranza per i bambini di Kakamega

Kakamega (Kenya); Tipologia: arredo scolastico, stipendio insegnanti; Beneficiari: 300 bambini, 15 insegnanti
0% Donated
Obiettivo : € 7.570,00
1
I donatori
€ 10,00
Donato
Dona ora

Login

Seguire

Gennaio 26, 2023

CONTESTO

Pur essendo uno dei Paesi africani emergenti, il Kenya ancora oggi combatte contro corruzione e violenza; e nonostante dal 1995 ci sia l’istruzione pubblica, in particolare per le donne, essa è rimasta a lungo limitata alle nozioni per la cura dei bambini e al cucito. Solo le più fortunate hanno maturato abilità di lettura e scrittura. Molti bambini per la povertà economica delle famiglie, ma soprattutto morale e culturale, non vanno a scuola. Inoltre, ancora oggi si lotta contro i matrimoni infantili, le mutilazioni genitali, l’AIDS.

In un contesto di povertà estrema e di violenza dove le vittime sono soprattutto i bambini, erano state avviate prima una Casa di Accoglienza per minori abbandonati o abusati, poi una scuola primaria per offrire a loro e anche ai bambini del quartiere un’educazione completa. La scuola oggi accoglie 300 alunni e ha 15 insegnanti, con le rette, mantenute basse perché le famiglie sono molto povere, e le scarse risorse disponibili non riesce più a coprire tutto lo stipendio degli insegnanti e a far fronte ad altre esigenze urgenti. 

PROGETTO

La città di Kakamega, sede dell’omonima Diocesi, si trova nel Kenya occidentale nei pressi del lago Vittoria. Ospita un centro universitario, un ospedale gestito dalla Diocesi, banche e centri commerciali, ma nelle periferie si concentrano sacche di povertà estrema e di violenza. Le vittime sono soprattutto i bambini. Contro di loro abusi, violenza fisica, sessuale e incesto.

Ci scrive Suor Ana Maria Gomes da Costa, Responsabile per le missioni Ad gentes delle Suore Benedettine della Divina Provvidenza: Nel 1996 le Suore avevano aperto a Kakamega una Casa di Accoglienza per minori abbandonati o abusati. Per offrire loro un’educazione completa, nel 2007 è stata costruita la “Alberto’s Divine Providence School”, aperta anche ai bambini e ragazzi del quartiere. La scuola negli anni è migliorata in qualità di insegnamento e numero di iscritti. Oggi ha due classi di pre-unit (anno di preparazione alla scuola primaria per bambini di cinque anni, obbligatorio e con esame finale) e nove classi della primaria, dalla prima alla nona, per un totale di circa 300 alunni. Ci sono 15 insegnanti con regolari titoli di studio. Con grandi sacrifici e l’aiuto di generosi benefattori, stiamo cercando di completare la costruzione della scuola. Poiché i nostri alunni provengono da famiglie con difficoltà economiche, teniamo basse le rette scolastiche, ma con le entrate non riusciamo più a coprire tutto lo stipendio degli insegnanti. Per questo chiediamo all’OPAM un contributo per l’arredo di una sala di informatica, insegnamento richiesto dai nuovi programmi scolastici (8 banchi con 4 posti, 32 sedie, cattedra e armadio per un importo di € 3.060) e per lo stipendio dei 15 insegnanti per tre mesi (€ 4.510). Insieme con Suor Martina Mutambi, responsabile del progetto in loco, gli alunni e gli insegnanti vi ringraziamo per quanto potrete fare.