Prog. 2276 – Un luogo sicuro per i più piccoli

Prog. 2276 – Un luogo sicuro per i più piccoli

Chiconco (Tanzania); Tipologia: edilizia scolastica; Beneficiari: 40 bambini
0% Donated
Obiettivo : € 6.500,00
0
I donatori
€ 0,00
Donato
Dona ora

Login

Seguire

Settembre 1, 2022

CONTESTO

Chikuti è una delle 29 parrocchie della Diocesi di Mahenge nella parte centro-meridionale della Tanzania. Un territorio molto vasto composto da piccoli villaggi rurali collegati tra loro da strade in terra battuta, difficilmente percorribili durante la stagione delle piogge. Poiché le scuole si trovano solo a Chikuti, per la difficoltà di raggiungerle analfabetismo o semi-analfabetismo e abbandono scolastico nella zona sono piuttosto elevati.

Una vera scuola materna, in muratura, per i piccoli del villaggio che consenta loro di essere preparati a iniziare la scuola primaria con meno difficoltà e con profitto.

PROGETTO

A scriverci è Padre Paul Muchuno Nangay, parroco di Chikonko, villaggio di 800 abitanti di cui 205 bambini sotto i dieci anni, che dista circa 20 km da Chikuti.

“Nel villaggio di Chikonko e negli insediamenti minori delle vicinanze i bambini passano le giornate in strada o ad occuparsi del bestiame. Solo pochi volenterosi frequentano la primaria di Chikuti per 2 o 3 giorni la settimana. Il governo ha promesso di costruire una scuola primaria anche qui e noi siamo fiduciosi che presto inizieranno i lavori. La grande preoccupazione rimangono i più piccoli che dovrebbero frequentare la materna per acquisire le competenze di base in modo da arrivare pronti alla prima elementare. Per questo l’anno scorso abbiamo aperto un asilo nella capanna che funge da chiesa. Pur non essendo un luogo idoneo ci siamo adattati. Purtroppo il tetto in paglia è andato a fuoco, per fortuna senza danni per tutti noi. Con il vostro aiuto, per la nostra scuola materna vorremmo costruire un piccolo edificio a norma, con 2 aule, un piccolo ufficio e dei bagni. Oltre a velocizzare le pratiche per la costruzione della già prevista scuola primaria, la nuova struttura aumenterebbe di molto la consapevolezza dei genitori del beneficio di una frequentazione regolare delle lezioni e ai bambini darebbe la possibilità di prepararsi in modo adeguato alla primaria.

Ho parlato con la comunità e i genitori si sono subito attivati per la preparazione di un sito adatto e hanno iniziato a fare i mattoni. Al momento abbiamo 22 femminucce e 18 maschietti in età prescolare. Una volta pronte le aule potremo ospitare anche i bambini dei quattro insediamenti vicini dove risiedono circa 600 persone. Abbiamo già due insegnanti disposti ad aiutarci: un giovane di Chikonko che ha terminato la IV superiore e sta completando la sua formazione, e una giovane che ha finito gli studi a Morogoro ed è tornata al villaggio dai genitori perché non ha trovato lavoro. I due ragazzi chiedono un compenso minimo che sarà pagato con l’aiuto dei genitori e della parrocchia. Spero che possiate aiutarci a realizzare questo sogno”.