Prog. 2272 – Vere aule al posto delle capanne

Prog. 2272 – Vere aule al posto delle capanne

Salima - Benga (Malawi); Tipologia: edilizia scolastica; Beneficiari: 239 alunni
0% Donated
Obiettivo : € 12.000,00
0
I donatori
€ 0,00
Donato
Dona ora

Login

Seguire

Luglio 1, 2022

CONTESTO

Il Malawi è uno dei Paesi meno sviluppati del mondo e tra i più poveri dell’Africa a causa di politiche incoerenti, inadeguatezza delle infrastrutture, corruzione dilagante, unite ad una rapida crescita demografica ed un alto tasso di analfabetismo. La parrocchia di Benga, nell’Arcidiocesi di Lilongwe a 10 km dal lago Malawi e a 30 km dalla Foresta di Ntchisit, è affidata ai missionari della Comunità di San Paolo Apostolo (MCSPA) e conta circa 120 mila abitanti che vivono in condizioni di estrema povertà.

 

Fare scuola in capanne di paglia e sotto gli alberi abbassa l’attenzione e la qualità dell’insegnamento

PROGETTO

A causa del numero elevato di analfabeti adulti il mercato del lavoro è caratterizzato da lavoratori poco qualificati e spesso poco produttivi. Così, anche se il 2021 è stato un buon anno per il raccolto di mais e tabacco, a causa dell’inflazione i guadagni sono stati miseri. In questo contesto, da sempre i missionari MCSPA cercano di assicurare il diritto all’istruzione per tutti e l’OPAM ha già sostenuto la parrocchia di Benga con la costruzione di un dormitorio (Progetto 2228).

Con speranza e fiducia Padre Manuel Hernandez ci scrive: “La scuola primaria Manyongwe si trova nel distretto di Salima, nella parte meridionale della nostra parrocchia. Abbiamo 239 studenti iscritti ma solo due aule. Gran parte dei bambini assiste alle lezioni in capanne di paglia o sotto gli alberi. In queste condizioni difficilmente si possono ottenere risultati adeguati. Inoltre, durante la stagione delle piogge, siamo costretti ad annullare molte lezioni.

L’istruzione primaria in Malawi dura 8 anni e le nostre scuole rurali hanno sempre tanti iscritti nelle prime classi, ma la percentuale di abbandono è altissima. Gli studenti non sono motivati e gli standard educativi per forza di cose sono bassissimi. Solo il 25 per cento degli studenti che completano la primaria accede alla secondaria e soltanto il 9 per cento ha una certa padronanza dell’inglese, mentre un misero 2 per cento ha una conoscenza che va al di là dei numeri di base. I bambini della nostra parrocchia hanno voglia di imparare e noi vogliamo dare loro la possibilità di studiare in un ambiente protetto e dignitoso.

In un’aula vera, con un tetto sopra la testa e in sicurezza, gli insegnanti della Manyongwe Primary School potranno lavorare meglio e aumentare la qualità dell’istruzione. Abbiamo ricevuto già € 5.550 da un altro donatore, il contributo locale è di circa € 2.000. A voi chiediamo i rimanenti € 12.000 per affrontare i costi della costruzione di due nuove aule”.