Prog. 2304 – Il futuro di Saâba comincia dalle donne

Prog. 2304 – Il futuro di Saâba comincia dalle donne

Ouagadougou (Burkina Faso); Tipologia: materiale scolastico, stipendio insegnanti e personale non docente; Beneficiari: 115 donne, 7 insegnanti, 2 personale
0% Donated
Obiettivo : € 7.937,00
0
I donatori
€ 0,00
Donato
Dona ora

Login

Seguire

CONTESTO

Saâba, è un quartiere alla periferia di Ouagadougou, capitale del Burkina Faso. La zona è in parte urbanizzata ma ha una vasta area ancora rurale dove non c’è acqua né luce. Un territorio privo di infrastrutture dove, per la miseria, la carenza di scuole e di servizi sanitari, l’evasione scolastica e la mortalità materno-infantile sono molto elevate. La popolazione, in maggioranza di etnia Mossi, è costituita soprattutto da rifugiati interni provenienti dalle zone del  Nord, dell’Est e del Sud del Paese flagellate dai continui attacchi Jiadisti.

Qui solo il 32% della popolazione è alfabetizzata e si tratta in maggioranza di uomini. Le donne restano purtroppo quasi sempre escluse dal diritto all’istruzione.

Per contrastare la grave povertà educativa soprattutto delle donne, dal 2017 è stato avviato un Centro Professionale che accoglie ogni anno 110-150 ragazze che non sono mai andate a scuola o l’hanno abbandonata molto presto. Nel Centro esse seguono corsi di alfabetizzazione, di formazione professionale in diversi mestieri, e per l’utilizzo delle nuove tecnologie di comunicazione (soprattutto telefoni e computer), oltre che per l’educazione in materie speciali quali igiene, educazione sessuale, cittadinanza attiva.

PROGETTO

Suor Rosario Martinez, della Congregazione Religiose di Maria Immacolata, che molti di voi già conoscono perché ex responsabile delle adozioni scolastiche OPAM in Burkina, ci scrive: Per contrastare la grave povertà educativa nella zona rurale di Saâba, dal 2017 abbiamo avviato un Centro Professionale che accoglie ogni anno 110-150 ragazze che non sono mai andate a scuola o l’hanno abbandonata molto presto.

Il Centro offre loro un corso di alfabetizzazione e di formazione professionale: sartoria, maglieria, tessitura e tintura tradizionale delle stoffe, produzione di sapone, ricamo a macchina, etc. Garantisce anche un’educazione integrale continua in materie quali: igiene, educazione sessuale (per prevenire la Sindrome da Immunodeficienza Acquisita altrimenti nota come AIDS, per scoraggiare le pratiche tradizionali delle mutilazioni degli organi genitali femminili e il ricorso a rituali magici contro le malattie), educazione alla cittadinanza attiva, formazione all’utilizzo delle nuove tecnologie di comunicazione (soprattutto telefoni e computer). La formazione di una giovane può durare da un mese a tre anni, a seconda del livello di partenza e del mestiere scelto.

Chiediamo il vostro aiuto per garantire un anno scolastico (da ottobre a maggio) a 115 giovani. Il vostro contributo servirà a garantire lo stipendio del personale (7 insegnanti, una segretaria, un sorvegliante) per un totale annuo di € 5.235 e per sostenere i costi per le uniformi, le tasse e il materiale didattico (€ 2.702).  Con il vostro aiuto, questa potrà essere la nostra quarta classe di giovani donne formate che saranno in grado di prendere in carico la propria vita. Da parte di tutte, anticipatamente: Grazie di cuore!